Mese: maggio 2015

The Witcher 3: Wild Hunt – PS4 – XBOX ONE – PC.

Postato il Aggiornato il

the-witcher-3-wild-hunt_jpg_0x0_q85

Il gioco

Il terzo capitolo dell’apprezzata serie RPG prende la strada del free roaming e lo fa in grande stile con una mappa 40 volte più grande di quella del capitolo precedente.

mappa

Molte migliorie sono state implementate in The Witcher 3: Wild Hunt, tra cui la completa esplorazione del mondo di gioco resa possibile con i viaggi a cavallo e la navigazione. In vista del totale cambio di rotta verso il free roaming è sparita la conformazione della storia in capitoli, inoltre non vi sarà alcuna schermata di caricamento durante l’esplorazione

The_Witcher_3_Wild_Hunt_Geralt_entering_Novigrad

Le regioni disponibili sono Skellige, Novigrad e No Mans Land. Un ciclo notte/giorno influirà sul comportamento e sull’aspetto dei mostri tuttavia una buona conoscenza delle varie creature presenti nel gioco consentirà di rendere più efficaci gli attacchi (attraverso libri reperibili nel mondo di gioco). Il livello dei nemici è indipendente da quello del giocatore (inevitabile quì un breve richiamo a quello che era gothic, nel quale, senza una dovuta esperienza ed equipaggiamento adatto, addentrarsi in zone non eplorate voleva dire trovarsi in serie difficoltà)

witcher

E’ possibile inoltre interagire con alcuni elementi dell’ambientazione che potranno rivelarsi utili negli scontri, in vista di tutto ciò l’intelligenza artificiale è stata completamente riscritta. Una completa rivisitazione dei segni magici consente nuovi effetti e un albero di avanzamento per ciascuno di essi conferirà ulteriori potenziali aggiunte. Negli alberi delle abilità sono presenti nuovi poteri. E’ stata aggiunta la possibilità di personalizzare il proprio equipaggiamento attraverso un sistema di crafting, rendendo così fondamentale potenziare il proprio witcher.

witcher_3_art_oohnice_jpg_1400x0_watermark_q85

Di non poca importanza, quello che ha contraddistinto più di tutto i precedenti capitoli, è ancora una volta l’importanza di compiere delle scelte. Persino abbandonare la trama principale per dedicarsi alle quest secondarie avrà ripercussioni sul mondo di gioco.

The-Witcher-3-Wild-Hunt

Insomma, tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una Next-gent o di un Pc che “spacca”..

Breaker.

Guida completa a tutti i tipi di tatuaggi: per aiutarti a scegliere quello che fa per te! | Wasterpiece

Citazione Postato il

Senza molte premesse, veniamo subito all’elenco dettagliato (con tanto di immagini d’esempio!) di tutti i tipi di tatuaggi esistenti al mondo. E al termine della lista, vi sveleremo il segreto finale per farsi un buon tatuaggio!

– L’OLD SCHOOL, è uno stile molto semplice e colorato. Questo tipo di tatuaggi è infatti caratterizzato da linee molto semplici e da colori molto vivaci. Il primo artista a cui dobbiamo l’” invenzione” è Sailor Jerry. Possiamo dire inoltre che questi tatuaggi possono esser visti come delle caricature, una versione giocosa o “cartoon” di ciò che è rappresentato.

images– I TRIBALI sono dei tatuaggi che si ispirano a quelli polinesiani o maori. Una volta potevano esser visti come grezzi mentre ora hanno un loro fascino, rappresentando spesso, oltre a bracciali o disegni astratti, degli animali come serpenti o leoni anche se oramai qualsiasi animale è rappresentabile con questo stile. In bianco e Nero, hanno decisamente una forma e un contorno ben delineato.

polynesian-tiki-tattoos-on-men-upperback

Lo stile ORIENTALE, è uno dei più Belli e anche uno dei più vari. Colorato o non, puó raffigurare molti soggetti come draghi tra le nuvole, guerrieri Samurai oppure delle carpe. Oltre la raffigurazione di soggetti, questo stile ha un forma di sotto-stile, il Lettering. Tatuaggi rappresentanti scritte, essendo orientale, di diverse lingue come Giapponese, Cinese, Koreano, Thailandese o Sanscrito. Un bel lavoro puó comprendere entrambi, scritte e soggetti.

demone-blu-sulla-schiena

I BIOMECCANICI, sono un tipo di tatuaggi nati recentemente, di nuova scuola, che spesso rappresentano lacerazioni della pelle da dove si puó intravedere una parte meccanica interna o una parte anatomica. Non semplici da fare ma di grande effetto.

gAFyF

Volendo, ci si puó tatuare anche un RITRATTO. Una raffigurazione di una persona o solo il viso. In questo stile, si riconosce la vera bravura di un tatuatore, non è per nulla cosa facile tatuare un volto e farlo davvero bene.

tyson (light)

FANTASY, lo dice la parola stessa di che stile sono i tatuaggi anche se, più precisamente, con questo stile si fa riferimento a rappresentazioni di gnomi, folletti, fate, draghi e robe del genere.

158655_65.jeff_goguy-tattoo.fantasy-alato

FIORI e DECORAZIONI. Non credo che servano altre spiegazioni per questa categoria! Intricati o semplici motivi floreali indicati per il pubblico femminile, ma anche per uomini in molti casi!

fiori

Il LETTERING, come abbiamo già visto precedentemente, è l’arte delle scritte. Ci si tatua una scritta e la si puó volendo decorare a proprio piacimento.

pergamena

Quelli sopra elencati sono i principali stili o categorie di tatuaggi, ne esistono molti altri che perlopiù sono delle varianti di questi.

Il segreto per farsi un buon tatuaggio?
La risposta dell’esperto: Non bisogna seguire stili, categorie per farsi un tatuaggio: occorre solamente fantasia. Molte cose (come ad esempio le croci) possono essere rappresentate in qualsiasi stile si voglia. Lo stile ce lo creiamo noi!

Ovviamente ragazzi, ci si puó tatuare di tutto, ma proprio di tutto. E anche in tutti i posti volendo……….. Bisogna solamente esserne sicuri al 100%…

[E TU? Hai dei tatuaggi sul tuo corpo di cui poterti vantare? Oppure ne hai già trovato uno che vorresti farti? Mandaci una foto del tuo tatuaggio o del tatuaggio che hai in mente di farti prossimamente! La foto contenente il tatuaggio più bello verrà pubblicata tra le foto di questo articolo con il tuo nome sotto (e volendo potrai aggiungere una piccola dedica!).

Uno sguardo al futuro e alle sue sorprese. Tecnologia 2015, guida a tutte le novità: dagli smartwatch ad iPad Pro e Galaxy S6

Postato il Aggiornato il

  images (4)
 

Apple – L’elenco lo ha stilato Business Insider che in prima fila mette proprio il suo smartwatch previsto nei primi mesi del prossimo anno. Molto si è parlato dell’orologio intelligente che uscirà in tre edizioni (anche in oro a 18 carati) e funzionerà in abbinamento a un iPhone. Oltre alle mappe, le funzioni principali riguardano il fitness, ma numerosi sono i dettagli mancanti. Prezzo a partire da 349 dollari. Il 2015 dovrebbe portare in dono anche iPad Pro, il tablet da 12,9 pollici, ma nulla si sa riguardo al prezzo.

download

Microsoft – Per Redmond il 2015 sarà l’anno di Windows 10, la nuova release del sistema operativo. La nuova versione è stata realizzata in modo da poter lavorare con qualsiasi tipo di device(smartphone, tablet, pc) arrivando fino alla Xbox. Proprio per questo potrà cambiare la sua interfaccia a seconda del terminale utilizzato. Microsoft dovrebbe proporre anche una release touch di Office per Windows e si parla di una versione mini del tabletSurface. L’unico prezzo trapelato è quello relativo al mini che potrebbe costare 299 dollari.

download (2)

Samsung – Nei primi mesi dell’anno si attende l’arrivo delGalaxy S6 di Samsung. Le scarse notizie circolate parlano di un upgrade importante dello smartphone che ha come nome in codice “Zero”. Come dire che il colosso coreano potrebbe presentare un progetto completamente innovativo. Per il momento si dice che dovrebbe utilizzare Android 5 L, ultime versione del sistema operativo, e un display più grande da 5,2 o 5,3 pollici. Il prezzo dovrebbe essere in linea con quello del modello precedente di circa 700 euro. Per Samsung è previsto l’arrivo di altri smartwatch, mentre si parla anche di uno smartphone con lo schermo pieghevole.

oculus-rift_PC_cover

Oculus – La vera novità potrebbe arrivare dalla realtà virtuale diOculus. La società acquistata da Facebook al modico prezzo di due miliardi di dollari, presenterà il suo nuovo headset. Si tratta di una sorta di cuffia da indossare con un visore per la realtà virtuale. L’obiettivo di andare oltre i videogiochi per approdare anche ad altri settori. Con una forchetta un po’ ampia potrebbe costare fra 200 e 400 dollari. Il concorrente di Oculus si chiama Sony che si appresta a lanciare un prodotto analogo (Progetto Morfeo) realizzato per lavorare con la Ps4. Arriva per fine anno.

Appena ulteriori aggiornamenti e novità verrete subito informati dalla nostra newsletter.

 
 

Chevrolet Camaro 2016, nuova battaglia Chevrolet VS Ford.

Postato il Aggiornato il

Screen Shot 2012-10-18 at 4.37.45 PM

Chevrolet rinnova la sfida senza tempo contro Ford Mustang e Dodge Challenger per il titolo di “pony car d’America”, che si ripete da quasi mezzo secolo fra i tre colossi di Detroit. E lo fa con la nuova Chevrolet Camaro MY 2016, sesta serie che si prepara a sostituire l’attuale quinta generazione in listino dall’estate 2009: una serie fortunata, nonostante sia arrivata in piena crisi economica e dunque in un momento delicato per l’industria automobilistica mondiale.

In queste ore, Chevrolet svela nelle immagini ufficiali l’identità della nuova Camaro MY 2016, modello atteso dagli appassionati anche perché anticipato, negli ultimi mesi, da diverse anteprime che hanno alimentato la curiosità in tutto il mondo verso la nuova Camaro sesta generazione: una serie che porta in dote un notevole bagaglio di novità tecnologiche, a cominciare dalla sua realizzazione su una piattaforma più leggera fino all’adozione (novità assoluta nei 48 anni di produzione del modello, e un aspetto inedito nel segmento delle “pony car”) di un quattro cilindri a benzina turbocompresso: una interessante novità tecnica rivolta all’attenzione verso consumi ed emissioni che segue a ruota, migliorandola nella ricerca della minore cubatura possibile tenuto conto del mantenimento delle prestazioni, l’introduzione del 2.3 EcoBoost (evoluzione del 2.0) a bordo della Ford Mustang MY 2015.

2

Il corpo vettura della nuova Chevrolet Camaro, che grazie all’impiego di materiali più leggeri per la costruzione della scocca risulta più leggero fino a 90 kg rispetto alla precedente quinta serie, mette in evidenza una serie di aggiornamenti estetici e aerodinamici (i tecnici di Detroit indicano, a questo proposito, che si tratta del risultato di 350 ore di prove in galleria del vento), a partire dalla nuova forma conferita alla griglia anteriore, particolarmente sottile e che ricorda gli stilemi della prima Camaro, per continuare con una nuova forma dei parafanghi e dei passaruota; per le versioni “SS” è presente uno Spoiler posteriore in un unico pezzo. All’interno, la nuova Chevrolet Camaro MY 2016 mostra un nuovo display da 8″ per la strumentazione, e un secondo schermo touchscreen (destinato al controllo delle funzioni del sistema infotainment MyLink di nuova generazione) trova posto nella consolle centrale. Fra le altre novità di equipaggiamento: l’illuminazione “ambient” a Led per l’abitacolo, il freno di stazionamento elettronico e la possibilità di impostare diverse modalità di guida tramite un nuovo “Driver Mode Selector”: Neve – ghiaccio, Tour, Sport e Track (questo soltanto per le versioni “SS”).

4

All’insegna della leggerezza è anche la realizzazione dell’assetto: caratterizzato da un più ampio ricorso all’alluminio, che permette un risparmio di 12 kg a livello di sospensioni, lo schema adottato per la nuova Camaro MY 2016 prevede un classico McPherson all’anteriore; il retrotreno porta al debutto nella gamma Camaro un inedito schema di sospensioni a cinque bracci. Altra novità per la gamma Camaro, e riferita alle “SS”, è la possibilità di equipaggiare la vettura con nuove sospensioni attive “Magnetic Ride Control”. L’impianto frenante viene fornito da Brembo, e si avvale di dischi da 388 mm al posteriore e 345 mm all’anteriore, con pinze a quattro pistoncini.

5

Sotto il cofano, la nuova Chevrolet Camaro MY 2016 rivela la ghiotta novità tecnologica: si tratta del nuovo 2 litri turbocompresso a quattro cilindri, specifico per la versione “LT” che va ad affiancare il collaudato sei cilindri da 3,6 litri “aspirato”: la nuova unità turbo sviluppa 279 CV e 400 Nm di coppia massima fra 2.100 e 3.000 giri/min, e – secondo quanto comunicato da Chevrolet – permette alla nuova Camaro di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in meno di 6 secondi; tuttavia, sono altri i valori prestazionali che vengono messi in rilievo dal nuovo motore: su tutti, i consumi, che in autostrada (va comunque ricordato che i limiti di velocità delle “Highway” sono, in molti Stati, di 55 miglia, circa 80 km/h) permettono alla nuova Camaro un consumo di 7,84 litri di benzina per 100 km, valore che mette la nuova “2 litri” nel ruolo di Camaro più efficiente di sempre. Salendo nel layout delle motorizzazioni, la gamma della nuova Chevrolet Camaro propone il 6 cilindri 3.6 da 340 CV e 385 Nm dotato di dispositivo “Active Fuel Management” che disattiva due dei sei cilindri alle basse e medie velocità e in condizioni di limitato carico a bordo; e, al top di gamma, si colloca la Camaro SS equipaggiata con il performante 6.2 V8 “Lt1″ da 461 CV e 617 Nm di coppia, rinnovato in una parte della componentistica, anch’esso equipaggiato con l’”Active Fuel Management”. Per tutti i modelli della nuova Camaro MY 2016, il cambio è manuale a sei rapporti o automatico a 8 rapporti.

Chevrolet-Camaro-2016